Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Non c'è crisi per gli agrotecnici

Articolo  0 commenti




Presentati i dati relativi agli esami abilitanti 2013: la categoria continua a crescere in controtendenza rispetto alle altre professioni.



Laureati in fuga dagli Ordini? Per molti Albi è così, ma non per quello degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati che, in controtendenza, continua a crescere.
Lo dicono i dati relativi agli esami abilitanti 2013, diffusi oggi, che vedono un'ulteriore crescita dei candidati (+4,03%), dopo l’eccezionale risultato dell’anno precedente (dove la crescita era stata del 18%).

Il risultato è significativo, in particolare se confrontato con quello di altre categorie professionali che, in ogni settore, segnano vistosi segni “meno”: per fare alcuni esempi, -15% per i geometri, -9% per i periti agraari, -20% per i periti industriali.

L’Albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati è la "sola eccezione - nota un comunicato dell'Albo stesso - i cui positivi risultati si basano su semplici ma fondamentali elementi: l’attenzione ai problemi degli iscritti, in particolare dei più giovani; il costante intervento a loro difesa in tutti quei casi in cui le competenze professionali sono lese o negate; la creazione di cooperative ed altre strutture che funzionano come “incubatori di lavoro professionale”, così consentendo a molti neo-iscritti di potersi misurare con l’attività libero-professionale in un ambiente protetto; una quota di iscrizione all’Albo che è la più bassa del settore; una Cassa di previdenza solida, che richiede solo la contribuzione minima (lasciando pagamenti di importi superiori alla libera scelta degli iscritti) e che, da due anni, ha l’obiettivo di rivalutare i versamenti dei “previdenti” del 50% in più rispetto a quanto previsto per legge; la sostanziale eliminazione del tirocinio professionale tramite specifiche convenzioni con le Facoltà universitarie, che consentono di svolgere direttamente il praticantato professionale prima del conseguimento della laurea".

Chiusa la fase della presentazione delle domande i 981 candidati agli esami abilitanti alla professione di agrotecnico e di agrotecnico laureato avranno l’estate per perfezionare la loro preparazione (anche frequentando gli appositi corsi organizzati dall’Albo, che si svolgeranno a partire dal mese di settembre prossimo) mentre le prove scritte si terranno nel mese di novembre 2013.

 

(Fonte  Collegio nazionale degli agrotecnici e agrotecnici laureati)