Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Pane e salame: qualche segreto per una merenda perfetta

Articolo  0 commenti




Qual è la merenda preferita dagli italiani? Non esistono dati statistici a riguardo, ma fra le tante, senza dubbio ha un posto di rilievo “pane e salame”, ovvero il classico che non muore mai. 



Ma per godersi davvero un pasto così bisogna scegliere con cura gl’ingredienti. E sbaglia di grosso chi crede che si tratti di cosa da poco.

Partiamo dal pane. Consigliata la tradizionale michetta milanese, quel pane dorato, scuro e croccante fuori e vuoto all’interno, perfetto per accogliere tante fette del nostro salame preferito. Basta tagliare la nostra michetta a metà in senso longitudinale per adagiarci le fette di salume. Sì, ma quale? Qui gli esperti si dividono in tante scuole di pensiero. Tante quante sono le qualità di salame prodotte in Italia, decine e decine.

C’è chi preferisce il salame Milano, quello tagliato in grandi fette circolari molto sottili. Altri amano il salame piacentino, un prodotto a grana grossa, piuttosto rustico nel sapore e proprio per questo indicato per consumarlo insieme alla nostra michetta. Ma non dimentichiamoci del Salame di Felino, prodotto a denominazione IGP (Indicazione Geografica Protetta), dal gusto raffinatissimo, realizzato in provincia di Parma in alcuni casi ancora come una volta, interamente a mano, secondo l’antica tradizione artigianale. La vendita Salame di Felino negli ultimi anni ha conosciuto un bel successo, merito certo della qualità della materia prima.

 





La produzione del vero Salame di Felino è regolamentata da un apposito disciplinare definito da un’apposita associazione. Ogni fase della filiera viene controllata per garantire sempre un salume eccellente. Le carni usate sono quelle di selezionate razze suine, Large White e Landrace nella fattispecie. Opportunamente lavorata, macinata e speziata, la materia prima viene poi insaccata in un budello naturale di suino. La stagionatura è di almeno 25 giorni, ma può durare anche alcuni mesi. Una volta etichettato, ecco che il salame è pronto per essere consumato.

Per il nostro “pane e salame” tagliamo delle fette di salume alte come un grano di pepe, sempre a mano, mai con l’affettatrice. Ed ecco che il nostro “pane e salame” è pronto. Se volete, accompagnatelo con un bel bicchiere di vino frizzante rosso: un Lambrusco è l’ideale. Buona merenda a tutti.

Leggi e Sentenze

Torta con pistacchi ed albicocche  0  543

Oggi vi presentiamo la rivisitazione in chiave moderna della classica torta con pistacchi ed albicocche, impara a realizzare torte cake design (irpot.com)