Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Rapporto globale Ren21

Articolo  0 commenti




Italia quinta al mondo per le energie rinnovabili



Lo studio evidenzia che lo scorso anno quasi il 20% della produzione di elettricità è stata determinata proprio dalle rinnovabili, così come il 16% dei consumi finali di energia. La capacità di generazione proveniente da fonti verdi, incluso anche l’idroelettrico, è stata circa la metà di quella installata nel 2010 pari 30 gigawatt complessivi. Per quanto riguarda l’energia fotovoltaica, sempre secondo Ren21, è più che raddoppiata rispetto al 2009, grazie a programmi di incentivi di governo e il continuo crollo dei prezzi dei pannelli solari.

Secondo l'ultimo rapporto di REN21 presentato a Bruxelles, nel 2012, con una capacità di 29 GW, il nostro Paese si è posizionato al quinto posto della classifica mondiale.

Sono infatti 29 i gigawatt di potenza "green" installati nel nostro Paese, come rivela l'ultimo rapporto internazionale sulle rinnovabili elaborato da REN21(Renewable Energy Policy Network for the 21st Century). Secondo lo studio, l'Italia l'anno scorso ha registrato ottime performance un po su tutti i fronti: secondo posto - dopo la Germania - per potenza fotovoltaica e capacità pro-capite, quinta per energia geotermica e volume di investimenti nel settore, settima per crescita nel settore eolico e nona, con 10 TWh per produzione di energia da fonti "bio": biogas, biomasse e bio carburanti.


Il rovescio della medaglia. Secondo lo stesso rapporto, però, l'Italia non appare tra i primi dieci Paesi per produzione industriale di turbine eoliche e pannelli solari e nemmeno sul fronte occupazionale, sostituita in queste classifiche da altri Paesi eruopei come Germania e Spagna.