Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Cassazione: legittimo lo sfratto per la violazione grave...

Articolo  0 commenti




Corte di Cassazione Civile, sezione terza, sentenza n. 21156 del 17 Settembre 2013



La Corte di Cassazione rigetta rigetta il ricorso, affermando che "la circostanza che il locatore abbia tollerato nel tempo tale inadempienza non prova che sia intervenuto un accordo tra le parti sulla possibilità di pagare il canone in ritardo ed in misura ridotta. La circostanza che dopo la notifica dell'atto di intimazione per morosità la conduttrice abbia pagato tutti i canoni dovuti non incide sulla valutazione della gravità dell'inadempimento che deve effettuarsi rispetto al momento in cui il locatore è costretto ad adire il giudice per ottenere il pagamento".





Leggi e Sentenze

Cassazione: l'assicurazione deve risarcire l'IVA anche in presenza del solo preventivo ed anche se il danno non è stato ancora riparato...  0  1255

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 14535 del 2013, ha affermato che "...poiché il risarcimento del danno patrimoniale si estende agli oneri accessori e consequenziali, se esso è liquidato in base alle spese da affrontare per riparare un veicolo, il risarcimento comprende anche l'IVA, pur se la riparazione non è ancora avvenuta - e a meno che il danneggiato, per l'attività svolta, abbia diritto al rimborso o alla detrazione dell'IVA versata …”.

Login/registrati


Ricerca

Iscrizione alla newsletter