Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Cassazione: legittimo lo sfratto per la violazione grave...

Articolo  0 commenti




Corte di Cassazione Civile, sezione terza, sentenza n. 21156 del 17 Settembre 2013



La Corte di Cassazione rigetta rigetta il ricorso, affermando che "la circostanza che il locatore abbia tollerato nel tempo tale inadempienza non prova che sia intervenuto un accordo tra le parti sulla possibilità di pagare il canone in ritardo ed in misura ridotta. La circostanza che dopo la notifica dell'atto di intimazione per morosità la conduttrice abbia pagato tutti i canoni dovuti non incide sulla valutazione della gravità dell'inadempimento che deve effettuarsi rispetto al momento in cui il locatore è costretto ad adire il giudice per ottenere il pagamento".





Leggi e Sentenze

Cassazione: aumenti ISTAT per locazione ad uso non abitativo... ma non esiste proprio !!!!  0  756

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 11675 del 2014, ha affermato che in caso di pattuizione senza rivalutazione, il canone non è assolutamente modificabile inoltre in caso di locazione non abitativa, l'aumento ISTAT non è dovuto in ogni caso o solo se diversamente pattuito tra le parti (art. 32 L. n. 392/1978).