Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

"Donna al volante pericolo costante"... sarà vero il detto popolare ?

Articolo  0 commenti




Ben il 37% degli Italiani ha espresso che le donne: "Non sanno parcheggiare, non curano la macchina e sono anche insicure alla guida".



Un detto popolare recita: “Donna al volante, pericolo costante

Un sondaggio condotto dal Centro Studi e Documentazione Direct Line ha cercato di quantificare quanto è reale il pregiudizio sulle donne alla guida e quali sono le critiche più ricorrenti?

Ben il 37% degli Italiani ha espresso che le donne: "Non sanno parcheggiare, non curano la macchina e sono anche insicure alla guida".

Ma, di contro, il 33% degli Italiani intervistati trova che le critiche mosse sulle donne siano infondate.

 

Ma quali sono i punti deboli della guida femminile?

Ecco una classifica delle dieci critiche più diffuse:

1. Non sanno parcheggiare
2. Non fanno manutenzione
3. Sono insicure alla guida
4. Sono distratte
5. Vanno troppo piano
6. Chiacchierano e causano code
7. Frenano troppo bruscamente
8. Occupano sempre la corsia centrale in autostrada
9. Non sanno cambiare le marce
10. Non mettono le frecce

 

Un dato molto importate che emerge è proprio quello relativo alla franchezza con la quale le stesse donne ammettono la poca familiarità con il parcheggio infatti è proprio il 46% delle donne intervistate ad affermarlo contro il 36% degli uomini.

Analizzando i dati per fasce d’età, ben il 50% del campione tra i 18 e i 24 anni individua la più grande pecca della guida femminile nella distrazione al volante.

Per le over 45 tale percenutale passa al 20%.

Mentre l'insicurezza alla guida è uno dei principali pregiudizi che si hanno sulle donne al colante tra i 25 e i 34 anni.

L’indagine di Direct Line offre inoltre uno spaccato regionale sull’argomento: le più negate con il parcheggio sembrano essere le torinesi (53%) e le cagliaritane (53%).

Firenze e Roma sono le città in cui la distrazione la fa da padrona, a Brescia lo è l’insicurezza.

Trascurare la manutenzione dell’auto è una colpa particolarmente sentita a Cagliari (49%) e Bologna (36%).

 





‘Il sondaggio di Direct Line rivela – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line – come il pregiudizio sulle donne al volante sia ancora radicato. La varietà del campione intervistato ha permesso di ottenere uno spaccato diversificato e quanto più rappresentativo del Paese e ciò che emerge, al di là della distinzione tra uomini e donne al volante, è la fondamentale importanza di una guida affidabile e attenta, per rendere i viaggi in auto più sicuri per se stessi e per gli altri.”