Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Cassazione: la spesa per il lavaggio degli indumenti da lavoro è a carico del datore di lavoro

Articolo  0 commenti




Il datore di lavoro deve sostenere e/o rimborsare le spese relative al lavaggio della divisa che viene utilizzata dal lavoratore.



La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 19759 del 26 Agosto 2013, ha rigettato il ricorso di un'azienda condannata a corrispondere ai propri dipendenti il costo del lavaggio degli abiti da lavoro di addetti al servizio mensa.

Secondo la Suprema Corte, dato che l'azienda si era impegnata a fornire i dipendenti “di cuffie, grembiuli e divise sempre pulite", ne consegue che da ciò "discende, pienamente, che l'azienda è tenuta a dotare il personale di divise sempre pulite, e dunque di sopportarne il relativo costo, sicché (...) dal suo inadempimento consegue l’obbligo di risarcire il danno ai sensi dell’art. 1218 c.c.”.





Leggi e Sentenze

Cassazione: cognome di figli naturali... la scelta del giudice esula da ''favor'' per il patronimico...  0  854

La Suprema Corte, con l'ordinanza n. 16271 del 2013, ha stabilito che: “I criteri di individuazione del cognome del minore si pongono in funzione del suo interesse, che è quello di evitare un danno alla sua identità personale, intesa anche come proiezione della sua personalità sociale; la scelta del giudice non può, pertanto, essere condizionata né dal "favor" per il patronimico, né dall'esigenza di equiparare il risultato a quello derivante dalle diverse regole, non richiamate dall’art. 262 c.c. che presiedono all'attribuzione del cognome al figlio legittimo”.