Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Addio infrastrutture fisiche, le imprese scelgono il cloud

Articolo  0 commenti






Svincolo dall’infrastruttura fisica, accessibilità da ogni dispositivo, costi scalabili e (soprattutto) accessibilii, facilità di utilizzo, servizi su misura, sicurezza. Spinte dalla diffusione dei dispositivi mobili come strumento anche di lavoro sono sempre più le piccole imprese e quelle medio-grandi che ricorrono ai servizi di cloud computing, rinunciando alla infrastruttura fisica IT.

 

A sostenerlo uno studio di Utility line Italia, uno dei primi Internet service provider italiani. Secondo i dati dell’osservatorio Cloud & ICT del Politecnico di Milano, il mercato del cloud in Italia ha fatto registrare nel 2016 un aumento del 18%, tanto da fargli raggiungere un valore di 17 miliardi di euro. La spesa maggiore nel cloud è stata effettuata dalle aziende del settore manifatturiero (23% del mercato).

 

La dimensione dell’azienda risulta fondamentale: utilizzano la ‘nuvola’ il 40% delle organizzazioni con più di 50 dipendenti e solo il 20% di quelle con tra i 10 e 49 addetti. “Qualsiasi azienda - afferma l’amministratore di Utility line Italia - grazie al cloud può usufruire di servizi personalizzati, sicuri e affidabili. La richiesta è esplosa da quando tutti gli smartphone dispongono di connessione internet rapida e vengono anche utilizzati come strumento di lavoro.”

 

Grazie anche all’incremento delle realtà che hanno scelto la fatturazione elettronica, tantissime sono le aziende alla ricerca di software contabilità cloud che aiutino nella gestione aziendale e permettano un risparmio sia in termini di costi che di risorse umane.