Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Ministero del Lavoro: Precisazione su contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto nel settore dei call-center

Articolo  0 commenti




Ministero del Lavoro, lettera circolare 12 luglio 2013, n. 12693...



Il Ministero del Lavoro, con lettera circolare 12 luglio 2013, n. 12693, fornisce precisazioni in merito alla corretta interpretazione della disciplina del contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto nel settore dei call-center, ex art. 24 bis D.L. n. 83/2012 (conv. da L. n. 134/2012).

Il Legislatore - si legge nella lettera del Ministero - "ha voluto introdurre una semplificazione nell'ambito dei call-center, consentendo l'impiego del personale con contratti di collaborazione in una molteplicità di "attività di servizi", tra cui risultano evidentemente annoverabili anche le attività di ricerche di mercato, statistiche e scientifiche, indipendentemente da una contestuale "vendita" di prodotti o di servizi."





Leggi e Sentenze

Cassazione: Anziana ricoverata in una casa di cure si getta dalla finestra? Ne risponde la struttura per omessa vigilanza !  0  762

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 23661 del 2013, ha affermato che "...l'accettazione del paziente in una struttura deputata a fornire assistenza sanitario-ospedaliera, ai fini del ricovero o di una visita ambulatoriale, comporta la conclusione di un contratto di prestazione d'opera atipico di specialità, che non si esaurisce nella effettuazione delle cure mediche, ma si estende a una serie di altre prestazioni, in relazione alle esigenze specifiche dei pazienti. Ne consegue che il direttore amministrativo di una casa famiglia e i suoi dipendenti rispondono per la morte di un'anziana malata di Alzheimer, gettatasi, durante la notte, dalla finestra della camera in cui era ricoverata...".