Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Cassazione: è legittimo tenere aperta la farmacia oltre l'orario di turno stabilito

Articolo  0 commenti




La Corte si è pronunciata sulla sanzione disciplinare comminata a un farmacista che aveva tenuto aperta la farmacia oltre quanto previsto da un accordo tra farmacisti recepito dalla Asl. "In contrasto con i principi di legge che considerano gli orari di apertura come orari minimi".



La Corte di Cassazione, con sentenza n. 3080/2013, ha annullato la sanzione disciplinare della sospensione dall’esercizio professionale comminata dall’Ordine dei farmacisti di Caserta ad un titolare di farmacia che aveva tenuta aperta la farmacia nella giornata del sabato, non rispettando un provvedimento dell’Asl di recepimento di un accordo tra farmacisti. Tale provvedimento infatti, ha spiegato la Cassazione, era illegittimo in considerazione della legge Regionale Campania in vigore al tempo dei fatti - e precedente alla modifica della legislazione statale del DL 1/2012 - che liberalizzava gli orari e turni delle farmacie e stabiliva che “Fermo restando l’obbligo di garantire il numero di farmacie di servizio, le farmacie non di  turno hanno la facoltà di restare aperte”(art. 34, comma 6, lett. b della legge regionale n.1/2007).





Leggi e Sentenze

Cassazione: la mancata sorveglianza delle misure di protezione dei lavoratori comporta la restituzione dell'indennizzo all'INAIL  0  901

La Corte di Cassazione parla di infortuni sul lavoro e precisa che "in tema di azione di regresso, la responsabilità del datore di lavoro per la mancata adozione delle misure di sicurezza è esclusa nel caso di dolo o di rischio elettivo dell'infortunato ovvero quando sono presenti nella condotta del medesimo i caratteri della abnormità e della assoluta imprevedibilità, mentre l'eventuale concorso di colpa del lavoratore, dovuta a negligenza, imprudenza o imperizia, non assume alcun valore esimente per l'imprenditore."

Login/registrati


Ricerca

Iscrizione alla newsletter