Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Imballaggi per trasporto di merci pericolose in aereo: una guida pratica

Articolo  0 commenti




La IATA richiede misure ben specifiche per quel che riguarda l'etichettatura e la scelta degli imballaggi per il trasporto di merci pericolose.



Gli imballaggi per il trasporto di merci pericolose devono soddisfare requisiti ben precisi quando si parla di spedizioni aeree.

 

Certificare gli imballaggi per il trasporto di merci pericolose è una pratica piuttosto delicata e lo diventa ancora di più quando si parla di consegne via aereo. La IATA, infatti, nella sezione per le merci pericolose, indica delle misure ben precise, sia per quanto riguarda l’etichettatura, che per l’imballaggio in sé.

Come bisogna comportarsi dunque di fronte a questa evenienza? Con precisione assoluta. Ecco perciò una piccola guida su come adeguarsi alle regolamentazioni per questo tipo di trasporti.

 

Etichettatura del collo

 

Per evitare problemi, sul vostro collo devono comparire:

  • Denominazione ufficiale in inglese
  • Numero ONU d’identificazione
  • Nome e indirizzo completo del mittente e del destinatario
  • Quantità netta o massa lorda (solo per più colli differenti)
  • Dicitura “Limited Quantity” per casi di esenzione per quantità limitata
  • Adesivo di rischio primario
  • Adesivo di rischio secondario (se necessario)
  • Etichette per eventuali indicazioni (“Tenere lontano da fonti di calore”, ecc.)
  • Nome e contatto di un responsabile (solo per le merci di classe 6.2)
  • Marchio di pericolo ambientale (solo per UN 3077 e 3082)
  • Targa “BIOLOGIAL SUBSTANCE, CATEGORY B” (solo per UN 3373)

 

Imballaggi per il trasporto di merci pericolose in quantità limitata

 

In caso di colli a quantità limitata, gli imballaggi devono essere sia interni che esterni, essere considerati nella regolazione relativa alle varie tipologie. I principali requisiti da considerare sono:

  • Imballaggi interni capaci di affrontare una pressione interna (solo per materie liquide)
  • Capacità di resistere a prove di caduta da 1,2 m
  • Capacità di impilamento di 3 metri per più di 24 ore
  • Peso lordo inferiore ai 30 kg

 

Farsi aiutare nell’imballaggio

 

Soddisfare appieno queste condizioni può essere piuttosto complicato, specialmente se si ha poca esperienza con le spedizioni aeree. Per questo motivo è bene affidarsi ad un professionista nell’ambito della logistica. In italia, Air Sea Italia Srl è una delle aziende più preparate in materia di imballaggi per il trasporto di merci pericolose: grazie ad un’approfondita conoscenza delle leggi e delle regolamentazioni internazionali e all’impiego di imballaggi certificati per ogni tipi di materiale, Air Sea è in grado di offrire completa assistenza sia per l’aspetto della sicurezza, che per quello del rispetto delle condizioni burocratiche.