Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Come valutare correttamente il livello di saturazione scaffali

Articolo  0 commenti






Una delle caratteristiche principali che devono essere soddisfatte quando si pensa e si progetta un magazzino è la capacità di stoccaggio, comunemente espressa in numero di Unità di Carico (cassette, contenitori, pallet…) o in litri nel caso si tratti di merce sfusa (colli, astucci…).

 

Il dimensionamento delle scaffalature deve soddisfare le richieste e le deve soddisfare in qualunque momento dell'anno o, nella peggiore delle ipotesi, nella maggior parte delle situazioni: si dovranno quindi studiare attentamente le punte e gli andamenti della giacenza nel corso del tempo e decidere poi, in funzione della frequenza dei picchi e della loro entità, il livello ottimale di riferimento.

 

Non basterà far sì che la capacità delle scaffalature soddisfi questo valore. Sarà infatti necessario tenere conto che, per un funzionamento efficace, gli scaffali devono disporre fisiologicamente di posti vuoti, la cui percentuale è in funzione della tipologia di scaffalatura o della modalità di stoccaggio.

 

Nel caso di scaffalatura portapallet è opportuno tenere conto di un coefficiente di riempimento del 90-95%; per cui se la necessità dovesse essere di 100 pallet (bancali), le apposite scaffalature dovranno essere dimensionate più o meno per 105-111 posti pallet.

 

Discorso analogo (ma più articolato e meglio definibile in funzione delle specifiche necessità) va fatto per dimensionare le scaffalature a canali caricabili (gravità, shuttle) o a blocchi (stive, drive-in): in questo caso occorre valutare con attenzione la capacità lorda del canale o del blocco e rapportarla allo stock per referenza; generalmente si ottengono rendimenti che variano tra il 70 e il 90%, con maggiore probabilità di posizionarsi verso i valori meno alti.

 

Quando invece ci troviamo in presenza di scaffalature a ripiani, bisogna partire dal presupposto che, dopo le conseguenze delle attività di picking, lo stock medio per referenza sarà tipicamente del 50%, qualora non si prevedano scorte oltre alla locazione di picking. Sarà quindi opportuno valutare le dimensioni dei colli o dei prodotti in quanto il rendimento potrebbe essere ancora più basso e oscillare tra il 20 e il 50%.





Leggi e Sentenze

Vuoi spiare i messaggi degli altri utenti di WhatsApp... Scopri come...  0  2164

In rete ci sono diversi articoli e strategie per poter "spiare" conversazioni di WhatsApp. In questo articolo scopriremo quali sono le app che consentono di "spiare" le altre persone su WhatsApp.