Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Contenitori isotermici refrigerati: ideali per i trasporti in aereo

Articolo  0 commenti






I contenitori termici refrigerati sono di grande aiuto durante il trasporto in aereo (e non solo).

 

Che si tratti di uso personale o di un trasporto, portare medicine in aereo sta diventando una pratica sempre più diffusa, ma che comunque continua richiedere una certa organizzazione: per portare medicine salvavita all’interno della cabina è necessario il certificato medico ed un bagaglio a mano in grado di garantire la giusta conservazione e organizzazione dei farmaci; nel caso si dovessero trasportare carichi di medicinali, invece, sono comunque necessarie documentazioni particolari, mentre il tipo di contenitore dovrà essere adatta a garantire la giusta temperatura anche all’interno dell’ambiente della stiva.

Qual è quindi la soluzione migliore per il trasporto dei farmaci in aereo? I contenitori termici refrigerati sono senza dubbio un’ottima scelta, visto che non solo offrono la possibilità di mantenere i farmaci a temperatura, ma agevolano anche la loro organizzazione.

Ecco i principali vantaggi dell’utilizzo di questi contenitori durante il volo:

 

Capacità refrigerante

Come detto in precedenza, il sistema refrigerante è l’aspetto più importante: molti farmaci necessitano di restare entro certi range di temperatura e questi contenitori permettono che sia così anche quando l’ambiente esterno non è favorevole (come nel caso della cabina) o vi sono sbalzi termici molto ampi (come dalla stiva all’esterno dell’aereo.

Inoltre, con questo sistema è possibile assicurarsi che i farmaci rimangano coibentati anche prima o dopo il trasporto in aereo, nel caso in cui fosse necessario spostarli per tratti molto lontani dall’aeroporto.

 

Migliore organizzazione

Sia che vengano tenuti con sé in cabina, sia che vengano riposti nella stiva, i medicinali hanno bisogno di essere ben organizzati e conservati separatamente. I contenitori termici sono pensati per il trasporto dei farmaci e quindi sono lo strumento più indicato per conservarli senza il rischio che subiscano danni durante il volo o in fase di carico e scarico dalla stiva.

Anche per chi ha necessità di tenere i medicinali salvavita con sé, la scelta di un contenitore di questo tipo è indicata, dato che permette di separare in maniera pratica ogni medicinale e potervi ricorrere velocemente in caso di necessità.





Leggi e Sentenze

Imballaggi per trasporto di merci pericolose in aereo: una guida pratica  0  353

La IATA richiede misure ben specifiche per quel che riguarda l'etichettatura e la scelta degli imballaggi per il trasporto di merci pericolose.