Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

CONTRIBUENTI MINIMI: INDEBITE RITENUTE SI RECUPERANO IN UNICO-PF 2013

Articolo  0 commenti




L’Agenzia delle Entrate fornisce indicazioni alle imprese che operano in regime fiscale di vantaggio...



Secondo la disciplina che regola il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (cd. "nuovi minimi"), le imprese che lo adottano non sono soggette a ritenuta d’acconto da parte del sostituto d’imposta. A tal fine, le stesse imprese devono rilasciare al sostituto d’imposta un’apposita dichiarazione, dalla quale risulti che il reddito cui le somme afferiscono è soggetto ad imposta sostitutiva secondo il "regime di vantaggio".

Sulla base di tale disciplina, dunque, le imprese che operano in "regime di vantaggio" non sono altresì soggette alla ritenuta d’acconto prevista sui bonifici ricevuti a fronte di prestazioni per interventi di recupero del patrimonio edilizio e/o di risparmio energetico, che danno diritto a detrazioni d’imposta in favore dei contribuenti che li hanno sostenuti.
Con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e/o di risparmio energetico, per i quali sono riconosciute le detrazioni d’imposta, si ricorda infatti che le banche e Poste Italiane S.p.A. hanno l’obbligo di operare una ritenuta d’acconto (del 4%), in qualità di sostituti d’imposta, all’atto dell’accredito dei bonifici disposti dai contribuenti a pagamento delle prestazioni eseguite dalle imprese.





Leggi e Sentenze

Usura bancaria  0  937

"ogni tre mesi la banca d’Italia stabilisce il tasso massimo d’interesse, detto anche “tasso soglia”"...