Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

Anche Mattel annuncia la sua stampante 3D per giocattoli

Articolo  0 commenti




Negli anni ’60 il ThingMaker di Mattel era uno strumento che permetteva di creare i propri giocattoli versando plastica liquida in stampi di metallo. A distanza di più di 50 anni Mattel ha reinventato il ThingMaker, trasformandolo in una stampante 3D da 300$. Utilizzando poi l’apposito programma, bambini (e adulti) possono progettare e mandare in stampa i loro giocattoli direttamente dal tablet o dal cellulare.



Negli anni ’60 il ThingMaker di Mattel era uno strumento che permetteva di creare i propri giocattoli versando plastica liquida in stampi di metallo. A distanza di più di 50 anni Mattel ha reinventato il ThingMaker, trasformandolo in una stampante 3D da 300$. Utilizzando poi l’apposito programma, bambini (e adulti) possono progettare e mandare in stampa i loro giocattoli direttamente dal tablet o dal cellulare.

La stampante 3D, pensata per bambini fino ai 13 anni, ha alcune caratteristiche di sicurezza per permettere ai ragazzi di giocarvi in tutta tranquillità: le porte del dispositivo di bloccano automaticamente quando è in uso e addirittura la testina di stampa si ritraggono quando non funziona. Questo per evitare che i piccoli creatori di giocattoli possano toccare qualche componente che è rimasto caldo dopo il suo utilizzo.

La app di ThingMaker è già apparsa negli store di iOS e Anrdrod, mentre la stampante è attesa per il prossimo autunno, ma si può già preordinare su Amazon. Come mai tanta attesa per una stampante 3D? Perché grazie alla rete di giocattoli della catena Mattel, ThingMaker potrebbe presto passare da una semplice stampante 3D all’unico modello in cui stamparsi in casa, un giorno, le Barbie o le macchinine HotWeels.

Sicuramente curioso come sempre più realtà, anche di piccole dimensioni, stiano spostando la propria attenzione sulla stampa 3D e sui bambini. In Italia ad esempio abbiamo il curioso caso di una startup che, dopo molte collaborazioni nel campo dello sviluppo progetti 3D, si è lanciata nella realizzazione della prima macchinina a pedali per bambini, realizzata interamente con la stampante 3D.





Leggi e Sentenze

Lavori in ambienti inquinanti o confinati, chiarimento del Ministero de Lavoro  0  870

Se l’attività non viene svolta dagli operatori dell’impresa e si fa  ricorso al subappalto,  i lavori devono essere autorizzati espressamente dal datore di lavoro committente e certificati (DLgs 276/2003).