Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

4 consigli assicurativi per le PMI tecnologiche

Articolo  0 commenti




Le aziende e le imprese che operano in campo tecnologico, anche se di piccole dimensioni, necessitano di una buona polizza assicurativa che permetta di proteggere il proprio business, lungo il percorso di vita qualcuno, qualche cliente indigesto, potrebbe presentare reclami, lamentele o presentare denunce per diverse cause e motivazioni verso il lavoro che l'azienda svolge.



La chiave per ottenere una buona copertura assicurativa tecnologica è quella di informarsi presso diverse compagnie oppure affidarsi ad un intermediario o mediatore assicurativo (www.cisbroker.it) che scandagli il mercato alla ricerca delle tutele più adatte per la tipologia della propria azienda, non tutte le compagnie ad oggi offrono una copertura in ambito tecnologico.
Per capire come comportarsi per adeguarsi in materia è bene porsi 4 domande che determinano poi la scelta della giusta assicurazione.
1) La compagnia assicurativa offre la responsabilità professionale in ambito tecnologico?
E' la prima cosa da cui partire, spesso le compagnie assicurative con cui abbiamo già sottoscritto altre polizze, non sono in grado di coprire i rischi legati al nostro lavoro in campo informatico e tecnologico.
La responsabilità civile generale copre i danni provocanti a materiali e persone, la responsabilità professionale tutela le aziende di software, archiviazione e trattamento dati, le industrie tecnologiche contro i reclami ed i rischi che non hanno nulla a che vedere con quelli legati al codice civile.
Ad esempio se un'azienda produce un software che può provocare una perdita finanziaria, si possono determinare le condizioni per cui il cliente richieda i danni, senza una copertura specifica di responsabilità professionale, l'azienda si ritrova senza tutele.
2) La compagnia assicurativa propone soluzioni che comprano tutto il ciclo di vita e l'evoluzione dell'azienda?
Non tutte le aziende che operano in campo tecnologico sono simili, per questo motivo ogni copertura assicurativa deve essere personalizzata su misura per ogni tipologia di industria, il settore informatico è in continua e rapida evoluzione, con lo stesso passo si evolvono i rischi e le necessità di copertura, le soluzioni assicurative devono potersi evolvere, crescere e sviluppare di pari passo per mantenere elevato il grado di tutela.
3) La copertura assicurativa è valida sia a livello nazionale che internazionale?
La tecnologia alimenta la possibilità di sviluppare il proprio business aprendosi a nuovi mercati che escono dal territorio nazionale andando a creare relazioni commerciali anche con paesi esteri, scegliere la compagnia assicurativa in grado di gestire e tutelare anche rischi a livello internazionale può essere determinante per il mantenimento del valore aziendale.
Anche se apparentemente molto complesso, una buona compagnia deve essere in grato di impostare un percorso assicurativo completo anche per il commercio internazionale.
4) L'assicurazione esclude dalla copertura software e programmazione?
Non è raro trovare compagnie assicurative che escludano dalla propria responsabilità professionale software, applicativi o programmazione personalizzata, ciò può avere un effetto disastroso in caso qualcosa vada storto a livelli di codice, non è raro infatti trovare software con bug che generano falle di sistema che possono determinare perdita di dati, informazioni, violazione della sicurezza e causare un sacco di danni.
Per software si intendono anche i sistemi di programmazione di apparati "intelligenti" come centraline di controllo o simili che in caso di blocco o malfunzionamento possono determinare la perdita di materie prime, prodotti a stoccaggio ed altro ancora.
Quindi anche se il software è a prova di proiettile è sempre bene avere una protezione a tutela di qualsiasi problematica.
Conclusioni
Queste sono le basi da cui partire per trovare la giusta copertura assicurativa per la propria azienda operante in ambito tecnologico, l'importante è definire nel dettaglio tutte le clausole e le coperture personalizzandole in base al lavoro svolto dalla propria azienda, la sottoscrizione di una polizza specializzata è la base migliore da cui partire.





Leggi e Sentenze

Calzificio Elly e la qualità delle sue calze dal marchio Carezza: un mondo di prodotti d’eccellenza  0  453

Calzificio Elly è un’azienda conosciuta in tutto il mondo per la pregevolezza dei suoi prodotti. Il suo marchio registrato Carezza è sinonimo di qualità assoluta nella produzione di calze e collant a compressione graduata, calze riposanti, gambaletti uomo e tantissimi altri prodotti comodi e alla moda.