Articolo precedente
Prossimo articolo
Breaking News

TAR: I geometri possono progettare edifici in cemento armato nei limiti delle loro competenze

Articolo  0 commenti




Il Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia apre alla progettazione di costruzioni civili di modesta importanza.



Nel caso preso in esame dal tribunale amministrativo, l’Ordine degli Architetti di Bergamo aveva respinto la richiesta di designare una terna di professionisti per il collaudo di un edificio civile in cemento armato, rientrante nell'ambito delle costruzioni di modesta entità, eseguito affidando la direzione dei lavori di progettazione architettonica a un geometra.

Il confronto tra le due categorie professionali era iniziato con una nota del Collegio dei geometri inoltrata all’Ordine degli architetti per richiedere la designazione di una terna di professionisti per il collaudo delle opere. L’Ordine degli architetti aveva negato la richiesta sostenendo che le competenze professionali dei geometri consistono nella progettazione e direzione dei lavori di costruzioni rurali o di piccoli edifici accessori in cemento armato che non richiedono particolari operazioni di calcolo, mentre sono escluse le costruzioni civili in cemento armato. L’Ordine degli architetti aveva inoltre aggiunto che la partecipazione al collaudo di opere progettate dai geometri al di fuori delle proprie competenze avrebbe rappresentato l'avallo di un abuso edilizio.

Secondo i geometri, invece, un Ordine professionale non può stabilire le competenze professionali degli appartenenti ad un altro Ordine. Inoltre, nel merito della questione, gli interventi realizzati rientrano - secondo i geometri - nel concetto di modesta costruzione.





Leggi e Sentenze

Cassazione: cosa succede se il conduttore impedisce le visite dell'immobile in vendita?  0  738

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 19543, ha affermato che nel caso di vendita di un immobile occupato dal condutore, quest'ultimo ne impedisce le visite, deve risarcire i danni al proprietario per inadempimento dell’obbligo contrattualmente assunto.